Arredare la cameretta secondo il metodo Montessori

Una cameretta in linea con il metodo Montessori deve innanzitutto essere pensata e creata a misura di bambino, per favorirne le autonomie e lasciargli la libertà necessaria a crescere ed evolvere attravrso la sperimentazione continua e diretta.

Tra le esperienze più importanti per una crescita felice c'è senza dubbio quella creativa: realizzare disegni, dipingere, plasmare, sperimentare con diversi materiali sono attività fondamentali, ma non in tutte le case troviamo ambienti che consentano di svolgerle in tutta tranquillità.

  

In cameretta prevedi dunque uno spazio speciale, in cui il tuo piccolo possa creare e sperimentare liberamente.

Un tavolino di legno, materiale destrutturato di vario tipo ben organizzato in cestini e contenitori, fogli e colori sempre a portata di mano: ecco tutto ciò che occorre ai nostri artisti in erba per dar libero sfogo alla fantasia!

Il metodo Montessori si fonda sulla convinzione secondo la quale, per crescere felici, è importante riuscire a sviluppare un interesse autentico verso il mondo, che deve poter essere esplorato e conosciuto con assoluta libertà da parte del bambino. Questo concetto di crescita attraverso l'esperienza diretta ovviamente passa anche attraverso l'ambiente fisico che accoglie i più piccoli.

Maria Montessori ha sempre sostenuto infatti l’importanza di offrire al bambino uno spazio che sia davvero pensato per lui, un ambiente creato su misura che gli permetta assoluta autonomia di azione, nel gioco e nelle attività quotidiane.

Per una perfetta cameretta montessoriana quindi l'ambiente dovrà essere ben organizzato, gli oggetti di uso comune e i giochi dovranno essere tutti “a portata di manina” e gli spazi dovranno consentire libertà di movimento.

Ogni oggetto dovrà avere il proprio posto, in modo chiaro e preciso, per consentire al bambino di trovare tutto ciò che gli occorre e per stimolare in lui il senso dell’ordine.

Meglio preferire materiai di origine naturale alla plastica o ai sintetici. Via libera dunque a legno e cotone, sia per gli arredi e i tessili che per i giocattoli. 

Se lo spazio a disposizione lo consente inoltre una buona idea può essere quella di creare degli angoli specifici nei quali il bambino possa identificare e diversificare facilmente le singole attività. Un angolo della lettura, uno dedicato al gioco, uno per le attività artistiche e, ovviamente, l’angolo della nanna e quello della cura personale renderanno l’ambiente ben organizzato e facile da vivere.

Un ultimo consiglio, ma fondamentale: quando pensi alla cameretta per il tuo bambino pensa innanzitutto a lui! Tieni sempre conto dunque dei suoi gusti, della sua personalità e delle sue attitudini: offrigli un ambiente in cui abbia voglia di passare il proprio tempo, che lo stimoli e nel quale desideri diventare grande in assoluta libertà

Uno spazio a misura di bambino da vivere in assoluta autonomia e materiali naturali che stimolino la creatività: vi presentiamo la cameretta montessoriana