Piani di lavoro innovativi per la cucina

Piani di lavoro ampi ma soprattutto resistenti: è quanto di più serve in una cucina, per facilitare al massimo le operazioni di preparazione delle pietanze. Lavare e tagliare alimenti, utilizzare e appoggiare contenitori o pentole sul top: quanto più i piani di lavoro sono resistenti ed efficienti, tanto più sarà piacevole vivere al massimo la cucina e tanto più si manterrà bella nel tempo.
Quando si sceglie la cucina, una voce importante nel preventivo sono proprio i piani di lavoro. Il laminato è il meno costoso, resistente e esteticamente anche molto bello, ma negli ultimi anni grazie all’innovazione tecnologica sono nati materiali di nuova generazione in grado di garantire eccellenti prestazioni, abbinate a caratteristiche di estrema piacevolezza al tatto oltre che alla vista. Eccone alcuni:

Gres porcellanato smaltato o ceramica: non è certo nuovo ma l’uso per i piani di lavoro della cucina è decisamente più recente. Compatto, resiste all’abrasione e all’usura, al fuoco, all’acqua, alle rotture, è igienico e facile da pulire e particolarmente resistente agli acidi più diffusi, allo sporco e alle macchie grazie alla smaltatura che impedisce al pigmento della macchia di entrare nei pori.

Fenix NTM®: è un materiale avvenieristico, un laminato trattato con nanotecnologie. Soft-touch, ha una grandissima opacità ed è anti-impronta, si autoripara da eventuali micro-graffi tramite la termoriparabilità.

Corian®: materiale sintetico avanzato, ormai stracollaudato, traslucente e il suo colore si mantiene sostanzialmente immutato nel tempo, resiste bene alle normali sollecitazioni e al calore (se a diretto contatto, solo per pochi istanti), permette di ottenere superfici senza giunzioni. È di facile manutenzione e gradevole al tatto.

Resina di cemento: è un prodotto ad altissima tecnologia realizzato con monocomponenti atossici a base d’acqua e steso manualmente, è molto compatto, resistente, è impermeabile, caratteristiche che consentono di utilizzarlo anche in spessori molto sottili.

Biomalta: è una resina a base acrilica molto performante, estremamente resistente all’usura. Adattabile a qualsiasi superficie, è traspirante, ignifuga e non è soggetta a viraggi di colore. Grazie alla lavorazione artigianale, prevede un ciclo applicativo manuale, la finitura si arricchisce di dettagli sempre diversi, che rendono ogni composizione unica e irripetibile.

 

fonte: COSEDICASA.COM

I piani di lavoro sono una voce rilevante del preventivo.